Crea sito

Ieri mattina ho appreso con gioia la notizia che la discarica avrebbe abbandonato Villa Adriana.
Dopo mesi di lotta e organizzazione continua, dopo gli ultimi due giorni di paura, è tornato il sereno.

Ho passato un’intera giornata cercando di scriverti un messaggio, ma non riuscivo a trovare neanche le parole.
Avrei voluto abbracciarti e dirti che se c'è una persona al fianco della quale sono fiero e orgoglioso di aver marciato, questa sei tu.

Sono le umanità come la tua, caro Gianni, che rendono meraviglioso questo mondo, pieno di drammi e di contraddizioni, ma sempre colmo di quell'energia e di quella sete di bellezza che l'esistenza porta con sé.

Hai salvato tante vite, hai salvato la tua città e hai salvato la Villa di un Imperatore di Roma.

E' con la tenacia, la capacità, l'onestà e la gentilezza che ti appartengono che sei riuscito a conquistare la fiducia di tutti e sei riuscito ad arrivare dove chi non è puro non arriva, consapevole che nulla c’era in palio, che non ci sarebbero stati allori da raccogliere o marce trionfali da capeggiare.
L’unico premio era la salvezza della tua terra e di chi la vive.
E non c’è nulla più degno d’onore di questo.

Ti ringrazio allora a nome delle persone a cui voglio bene.
Ti ringrazio anche per chi non conosco e mai conoscerò.
Ti ringrazio per tutti quei bambini che nasceranno e che un mondo così non lo meritano davvero.

Ti ringrazio da cittadino, da uomo.

Ti ringrazio insieme a tutti i tuoi compagni di Sinistra Ecologia e Libertà.
Ancora una volta hai dimostrato come la politica e i partiti possano essere diversi: dipende da chi sono abitati.

Grazie ancora caro Gianni, perché il giorno che morirà la speranza, noi scompariremo con essa.

Ti abbraccio amico mio.

Damiano.